Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DI S. PANFILO

CHIESA DI S. PANFILO

VILLAGRANDE, L'AQUILA

556°

POSTO

104

VOTI 2020
Condividi
CHIESA DI S. PANFILO
La Chiesa di S. Panfilo di Tornimparte risale al XV sec. Romanica nell'impostazione, ha subito ricostruzioni e restauri nel corso dei secoli, tanto che la sua torre campanaria appare come una costruzione settecentesca. La facciata della chiesa è preceduta da un vasto sagrato, l'interno è asimmetrico e si presenta diviso da tre coppie di colonne in quattro navate con ingresso e zona absidale decentrati. Già nella zona del portico troviamo rilevanti affreschi del XIV secolo, ma è l'abside che ospita il grandioso ciclo di affreschi che il Pittore Saturnino Gatti (1463-1518), seguace di Botticelli e allievo del Verrocchio, ha realizzato intorno al 1495. Il ciclo di affreschi rappresenta storie della vita e della passione di Cristo. La volta dell'abside ospita la scena della Gloria di Dio con l'imponente figura di Dio Padre circondato da Santi, volti di cherubini e musici. Interessante il cartiglio con un rigo musicale, le cui note ripropongono perfettamente il canto gregoriano del Gloria in Excelsis Deo. Nel timpano è visibile l'affresco di una Annunciazione. Tra l'angelo e la Madonna la figura di Dio Padre ed una chiesa che potrebbe essere quella di S. Bernardino a L'Aquila. In basso sono raffigurati due personaggi: uno è S. Vito col cane ai piedi, l'altro, con il saio dei frati minori francescani, è fra Pietro dell'Aquila da Tornimparte, detto Scotello, noto filosofo e teologo scolastico del 1300.

Gallery

, CHIESA DI S. PANFILO A VILLAGRANDE DI TORNIMPARTE, TORNIMPARTE, L'AQUILA

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

62° Posto

6,486 Voti
Censimento 2016

250° Posto

709 Voti
Censimento 2014

10,956° Posto

1 Voti
Censimento 2012

3,488° Posto

4 Voti

Vota altri luoghi vicini

9,372°
5 voti

Area naturale

CAPO LA VILLA

TORNIMPARTE, L'AQUILA

14,372°
3 voti

Abbazia

ABBAZIA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

LUCOLI, L'AQUILA

NC
0 voti

Area naturale

CAMPO FELICE (VERSANTE LUCOLI)

LUCOLI, L'AQUILA

Vota altri luoghi simili

7,103 voti

Ponte

IL PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

4,485 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

4,091 voti

Eremo

EREMO DI SANT'ONOFRIO AL MORRONE

SULMONA, L'AQUILA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
CHIESA DI S. PANFILO

CHIESA DI S. PANFILO

VILLAGRANDE, L'AQUILA

Condividi
CHIESA DI S. PANFILO
La Chiesa di S. Panfilo di Tornimparte risale al XV sec. Romanica nell'impostazione, ha subito ricostruzioni e restauri nel corso dei secoli, tanto che la sua torre campanaria appare come una costruzione settecentesca. La facciata della chiesa è preceduta da un vasto sagrato, l'interno è asimmetrico e si presenta diviso da tre coppie di colonne in quattro navate con ingresso e zona absidale decentrati. Già nella zona del portico troviamo rilevanti affreschi del XIV secolo, ma è l'abside che ospita il grandioso ciclo di affreschi che il Pittore Saturnino Gatti (1463-1518), seguace di Botticelli e allievo del Verrocchio, ha realizzato intorno al 1495. Il ciclo di affreschi rappresenta storie della vita e della passione di Cristo. La volta dell'abside ospita la scena della Gloria di Dio con l'imponente figura di Dio Padre circondato da Santi, volti di cherubini e musici. Interessante il cartiglio con un rigo musicale, le cui note ripropongono perfettamente il canto gregoriano del Gloria in Excelsis Deo. Nel timpano è visibile l'affresco di una Annunciazione. Tra l'angelo e la Madonna la figura di Dio Padre ed una chiesa che potrebbe essere quella di S. Bernardino a L'Aquila. In basso sono raffigurati due personaggi: uno è S. Vito col cane ai piedi, l'altro, con il saio dei frati minori francescani, è fra Pietro dell'Aquila da Tornimparte, detto Scotello, noto filosofo e teologo scolastico del 1300.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2017
I Luoghi del Cuore
2012, 2014, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te