Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

MONTE URANO, FERMO

8,036°

POSTO

12

VOTI 2020
CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA
La prima notizia di questa piccola chiesa risale al 1148. Nel corso del tempo viene definita come S. Giovanni in Colle Maiore e ancora S. Giovanni in Boxeta, con evidente allusione al bosco che la circondava. La chiesa attuale, frutto dei rifacimenti di epoche successive, è una costruzione rettangolare con tetto a capanna ad unica navata. Nella volta interna è rappresentato il mistero Trinitario con teorie di angeli. Al presbiterio e' stata data una scenografia da deserto biblico e da primitiva catacomba cristiana. Il Fonte battesimale è opera di una bottega artigianale milanese. Vi si conservano una decina di reliquiari del '600 e del '700 in intaglio su legno dorato e un reliquario del '500 in argento con lo stemma del vescovo dell'epoca. Nel 1861 la chiesa divenne proprietà demaniale e fu affrancata dai Bonafede di Fermo e dai Conti Raccamadoro Colli. Nel 1923 viene costruito il villino estivo dei conti Raccamadoro in stile liberty. Il tutto, chiesa e villino, circondato da un parco-giardino al quale si accedeva per un viale di pini che scendeva dalla strada provinciale monturanese. Con la morte della contessa Raccamadoro tutti i beni passarono di proprietà all'Archidiocesi di Fermo. Tra le opere pittoriche all'interno della chiesa spiccano per rilevanza due dipinti del ravennate G.B.Ragazzini: "La disputa di Gesù coi quattro dottori" e "Presentazione di Gesù al tempio", entrambe del 1592. Di recente la chiesa è stata ristrutturata sia internamente che esternamente grazie anche ai proventi della festa di San Giovanni Battista che si organizza da oltre 25 anni nello spiazzale posto nelle vicinanze a metà giugno.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!

Vota altri luoghi vicini

18,982°
4 voti

Giardino, parco urbano

PARCO BADEN POWELL

MONTE URANO, FERMO

18,306°
5 voti

Chiesa

CHIESA SAN MICHELE ARCANGELO

MONTE URANO, FERMO

Vota altri luoghi simili

18,701 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

17,539 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

12,686 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

MONTE URANO, FERMO

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA
La prima notizia di questa piccola chiesa risale al 1148. Nel corso del tempo viene definita come S. Giovanni in Colle Maiore e ancora S. Giovanni in Boxeta, con evidente allusione al bosco che la circondava. La chiesa attuale, frutto dei rifacimenti di epoche successive, è una costruzione rettangolare con tetto a capanna ad unica navata. Nella volta interna è rappresentato il mistero Trinitario con teorie di angeli. Al presbiterio e' stata data una scenografia da deserto biblico e da primitiva catacomba cristiana. Il Fonte battesimale è opera di una bottega artigianale milanese. Vi si conservano una decina di reliquiari del '600 e del '700 in intaglio su legno dorato e un reliquario del '500 in argento con lo stemma del vescovo dell'epoca. Nel 1861 la chiesa divenne proprietà demaniale e fu affrancata dai Bonafede di Fermo e dai Conti Raccamadoro Colli. Nel 1923 viene costruito il villino estivo dei conti Raccamadoro in stile liberty. Il tutto, chiesa e villino, circondato da un parco-giardino al quale si accedeva per un viale di pini che scendeva dalla strada provinciale monturanese. Con la morte della contessa Raccamadoro tutti i beni passarono di proprietà all'Archidiocesi di Fermo. Tra le opere pittoriche all'interno della chiesa spiccano per rilevanza due dipinti del ravennate G.B.Ragazzini: "La disputa di Gesù coi quattro dottori" e "Presentazione di Gesù al tempio", entrambe del 1592. Di recente la chiesa è stata ristrutturata sia internamente che esternamente grazie anche ai proventi della festa di San Giovanni Battista che si organizza da oltre 25 anni nello spiazzale posto nelle vicinanze a metà giugno.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te