Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA VECCHIA

CHIESA VECCHIA

PONTE SAN PIETRO, BERGAMO

194°

POSTO

852

VOTI 2020
Condividi
CHIESA VECCHIA
La vecchia chiesa prepositurale settecentesca, situata nel centro storico di Ponte San Pietro, è dedicata a San Pietro. Ricostruita dalle fondamenta in forme barocche, sostituisce un più antico edificio. Notevole l'altare maggiore, realizzato su progetto di Giacomo Caniana, mentre il coro conserva tre tele di Giovanni Carobbio (1738) fra cui la "Caduta di Simon Mago". Francesco Camuzio ha lavorato agli stucchi delle cappelle dal 1719 al 1730. I quattro altari laterali sono frutto di una risistemazione in forme neoclassiche risalente al 1841. Due sono le importanti opere superstiti del preesistente edificio: la statua lignea vestita della Madonna del Rosario e la pala di Pietro Ronzelli raffigurante la "Madonna col Bambino e sant'Anna" (1604). Affreschi di Luigi Galizzi arricchiscono la volta e di sua mano sono i 15 “Misteri” del Rosario. Le nove statue dello scenografico sagrato furono scolpite negli anni 1745 e 1748 da Antonio Maria Pirovano e rappresentano la più famosa opera del maestro nonchè la principale testimonianza scultorea del barocchetto a Bergamo. Per la natura stessa del manufatto si rende ormai necessario un tempestivo restauro che salvi il complesso da un degrado inarrestabile.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

4,333° Posto

19 Voti
Censimento 2016

2,766° Posto

22 Voti
Censimento 2014

7,826° Posto

2 Voti
Censimento 2012

5,264° Posto

3 Voti
Censimento 2010

2,584° Posto

2 Voti

Vota altri luoghi vicini

1,050°
110 voti

Area naturale

ISOLOTTO

PONTE SAN PIETRO, BERGAMO

1,294°
84 voti

Fiume, torrente, lago

LUNGO FIUME BREMBO

PONTE SAN PIETRO, BERGAMO

1,206°
93 voti

Villa

VILLA MAPELLI MOZZI

PONTE SAN PIETRO, BERGAMO

Vota altri luoghi simili

17,002 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

12,539 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

12,211 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CHIESA VECCHIA

PONTE SAN PIETRO, BERGAMO

Condividi
CHIESA VECCHIA
La vecchia chiesa prepositurale settecentesca, situata nel centro storico di Ponte San Pietro, è dedicata a San Pietro. Ricostruita dalle fondamenta in forme barocche, sostituisce un più antico edificio. Notevole l'altare maggiore, realizzato su progetto di Giacomo Caniana, mentre il coro conserva tre tele di Giovanni Carobbio (1738) fra cui la "Caduta di Simon Mago". Francesco Camuzio ha lavorato agli stucchi delle cappelle dal 1719 al 1730. I quattro altari laterali sono frutto di una risistemazione in forme neoclassiche risalente al 1841. Due sono le importanti opere superstiti del preesistente edificio: la statua lignea vestita della Madonna del Rosario e la pala di Pietro Ronzelli raffigurante la "Madonna col Bambino e sant'Anna" (1604). Affreschi di Luigi Galizzi arricchiscono la volta e di sua mano sono i 15 “Misteri” del Rosario. Le nove statue dello scenografico sagrato furono scolpite negli anni 1745 e 1748 da Antonio Maria Pirovano e rappresentano la più famosa opera del maestro nonchè la principale testimonianza scultorea del barocchetto a Bergamo. Per la natura stessa del manufatto si rende ormai necessario un tempestivo restauro che salvi il complesso da un degrado inarrestabile.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2019
I Luoghi del Cuore
2010, 2012, 2014, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te