Iscriviti al FAI
ORTO SUL COLLE DELL'INFINITO | ph. Dario Fusaro | © © FAI

Orto sul Colle dell'Infinito

Una "visita guidata" dentro la poesia "L'Infinito"

Condividi
Orto sul Colle dell'Infinito

tipologia

Bene aperto al pubblico

Siamo aperti!

La prenotazione è consigliata nei giorni feriali. Per il sabato e la domenica prenotazione obbligatoria entro 24 ore prima dell'ingresso.

Dato in concessione nel 2017 dal Comune di Recanati, dal Centro Nazionale Studi Leopardiani e dal Centro Mondiale della Poesia e della Cultura "Giacomo Leopardi"

A seguito dell’accordo firmato tra il Comune di Recanati, il FAI, il Centro Nazionale di Studi Leopardiani e il Centro Mondiale della Poesia e della Cultura ‘Giacomo Leopardi’, sono state affidate alla Fondazione la valorizzazione culturale e la gestione di una parte degli spazi del Centro Nazionale di Studi Leopardiani e di quella porzione del Colle conosciuta come Orto delle Monache.

L’obiettivo del FAI è stato quello di realizzare un progetto di valorizzazione e restauro che mettesse in relazione i due aspetti del Colle dell’Infinito: quello paesaggistico e quello filosofico e poetico.

A pochi passi dalla casa natale di Giacomo Leopardi, infatti, nell’orto dell’antico Monastero di S. Stefano, il poeta ambientò la celebre poesia L’Infinito. L’Orto sul Colle dell’Infinito è quindi il culmine di una vera e propria “visita guidata” dentro la poesia, che invita, tra proiezioni immersive e coinvolgenti esperienze, a riscoprire la storia, il significato e il valore universale di pochi versi, capolavoro della cultura italiana.

All'interno del percorso  i visitatori incontreranno una piccola camera di registrazione dove è possibile registrare la propria lettura de L’Infinito per poi condividerla sul portale web appositamente realizzato dal FAI  www.fainfinito.it  Il portale navigabile on line sarà una specie di opera collettiva intitolata alla lirica di Giacomo Leopardi.

Guarda in tempo reale la vista dall’Orto sul Colle dell’Infinito. Per l’installazione della webcam ringraziamo il Gruppo Gabrielli, importante sostenitore del FAI. 

Leggi tutto
Loading
Questo luogo è uno dei Beni che il FAI ha restaurato con cura e aperto al pubblico, perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

Per mantenerlo intatto e curarlo in modo adeguato, questo luogo - come tutti gli altri salvati dal FAI - necessita di un’attenta manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, e periodici interventi di restauro. Inoltre, i costi di gestione che permettono l’apertura al pubblico sono significativi. Per questo abbiamo bisogno di un aiuto concreto da parte di chi, come noi, vuole mantenere vivi per sempre luoghi unici e speciali.

Ultime News

Attualità

Dal 29 aprile riaprono i Beni del FAI, in massima sicurezza

2021-04-28

Da giovedì 29 aprile 2021 siamo felici di accogliere nuovamente i visitatori nei nostri Beni nella maggior parte delle regioni italiane, in ...

Attualità

La Primavera nei Beni del FAI: un’esplosione di colori

2021-04-14

In primavera i giardini dei Beni del FAI sono un’esplosione di luce e colori. In attesa della riapertura ecco un tour fotografico nelle aree...

Attualità

Un anno fa, l’inaugurazione dell’Orto sul Colle dell’Infinito

2020-09-25

Era il 26 settembre 2019 quando, alla presenza del Presidente della Repubblica il FAI ha inaugurato il primo Bene nelle Marche: l'Orto sul C...

Storie del FAI

Discariche: il FAI si appella al Presidente della regione Marche per dire no

2020-09-23

Dalle pagine del “Corriere della sera” il Presidente Andrea Carandini si rivolge alla nuova amministrazione regionale delle Marche, affinché...

Ti potrebbero interessare

Area costiera sull'Isola di Capraia

CAPRAIA ISOLA, LIVORNO

Palazzo e Giardini Moroni

BERGAMO

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te