Iscriviti al FAI
Appuntamento in giardino: un weekend dedicato alla bellezza

Appuntamento in giardino: un weekend dedicato alla bellezza

Condividi
Appuntamento in giardino: un weekend dedicato alla bellezza
Appuntamenti

01 giugno 2021

Il 5 e il 6 giugno torna “Appuntamento in giardino” nei Beni del FAI, per scoprire la sorprendente ricchezza storica, artistica, botanica e paesaggistica dei giardini italiani.

In occasione di "Appuntamento in Giardino”, iniziativa proposta dall'APGI - Associazione Parchi e Giardini d'Italia che si terrà sabato 5 e domenica 6 giugno 2021, i Beni del FAI propongono una serie di iniziative per scoprire la sorprendente ricchezza storica, artistica, botanica e paesaggistica dei giardini italiani.

Dalle visite guidate speciali condotte dai giardinieri dei nostri Beni che racconteranno aneddoti, curiosità e particolarità delle piante dei parchi e giardini che curano ogni giorno, a passeggiate fra alberi monumentali, roseti e antichi alberi di agrumi; dalla spiegazione delle tecniche di giardinaggio ecosostenibile alle tante proposte nel verde anche per i più piccoli.

“Appuntamento in giardino” è, non solo un’occasione per trascorrere il proprio tempo libero all’aria aperta, ma anche una preziosa opportunità di sensibilizzazione sui temi dell’ambiente e della sostenibilità: parti integranti del patrimonio paesaggistico e ambientale italiano, parchi e giardini sono piccoli e grandi ecosistemi e, dunque, “sensori” dei cambiamenti climatici.

5 e 6 giugno a Villa del Balbianello – Tremezzina (Como)

Villa del Balbianello si potrà partecipare a una speciale dimostrazione di pittura del Paesaggio, tenuta dall'artista locale Sabrina Morganti.

5 giugno a VILLA DELLA PORTA BOZZOLO – Casalzuigno (Varese)

Visita a un giardino storico
Sarà possibile partecipare a una speciale visita alla scoperta dello scenografico giardino settecentesco della villa, a pochi chilometri dal Lago Maggiore. Le terrazze scolpite, le aiuole, il panoramico belvedere e le tante essenze botaniche lo rendono uno dei più belli della Lombardia. Con la guida di Emanuela Orsi Borio, paesaggista e responsabile dei Giardini storici del FAI, si potranno inoltre scoprire i segreti del giardino della villa e conoscere i progetti intrapresi per valorizzarlo.

5 e 6 giugno a PARCO VILLA GREGORIANA – Tivoli (Roma)

Visita con il direttore
Una visita speciale per approfondire la storia del parco e il restauro realizzato dal FAI tra natura, storia e mito. Un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo tra grotte, cascate e resti di antica memoria.

Il giardiniere racconta
Una passeggiata nel giardino di Villa Gregoriana accompagnati da chi, ogni giorno, se ne prende cura: i giardinieri. La visita sarà un’occasione per scoprire l’evoluzione del Parco dall’Ottocento ai giorni nostri, approfondire il ruolo che i cambiamenti climatici stanno ricoprendo nel mantenimento del fragile equilibrio della Valle dell’Inferno e comprendere l’importanza della manutenzione e della cura delle numerose specie che rendono Villa Gregoriana un luogo unico nel suo genere.

La società delle piante: organismi in connessione
Una passeggiata immersi nella cornice storica di Parco Villa Gregoriana con lo sguardo rivolto alle piante. Novanta minuti per rimanere incantati dalla bellezza dei luoghi e cambiare modo di vederle ed ascoltarle, per rimanere stupefatti dalle loro capacità e dalla loro intelligenza.
Al termine della visita verrà affidato ad ogni partecipante un seme di una pianta del bosco con la promessa, una volta germogliata, di riportarla a Parco Villa Gregoriana.

5 giugno e 6 giugno al CASTELLO E PARCO DI MASINO – Masino, fraz. di Caravino (Torino)

Il giardiniere racconta… il giardinaggio ecosostenibile
Per l'occasione sarà possibile partecipare a una speciale visita guidata dedicata al parco, agli alberi monumentali di Masino e in particolare al loro delicato mantenimento che comporta metodologie specifiche di giardinaggio ecosostenibile, tematica importante quanto attuale. Guidati dal capo giardiniere Federico De Fazio, si percorreranno le strade del parco superiore giungendo fino al grande prato di Eufrasia. Alla visita canonica si aggiungeranno alcuni approfondimenti sulla fisiologia degli alberi monumentali e sulla gestione manutentiva circolare dell'ecosistema parco. Un approccio decisamente attuale al giardinaggio ecosostenibile che renda questa attività sempre più semplice e consapevole.

Una passeggiata nel parco
Visita speciale per famiglie, un percorso nel parco alla scoperta degli alberi monumentali. Una passeggiata per imparare a riconoscere gli alberi dalle loro foglie, il perché le perdono, e la funzione di semi e bacche. Un percorso di educazione e salvaguardia ambientale per scoprire la Natura, conoscerla per prendersene cura divertendosi.

Ti racconto… il vigneto
Nel Settecento il Castello di Masino è un'azienda agricola: si coltivano l'ulivo, il grano, il sorgo, la vite... per l'occasione è prevista una speciale visita guidata accompagna alla scoperta della vita agricola del Castello, con una particolare attenzione alla coltura della vite e agli antichi metodi di vinificazione: dalla cantina delle botti, attestata dalla fine del Seicento, alla vigna del Castello che il FAI ha recuperato nel 2019 dopo uno scrupoloso restauro paesaggistico. In conclusione, degustazione di Erbaluce, vitigno autoctono del Canavese.

5 e 6 giugno al CASTELLO DELLA MANTA – Manta (Cuneo)

Il Castello e i suoi giardini. Visite speciali, percorsi inediti
Una rilassante passeggiata condurrà adulti e bambini a scoprire le storie e le curiosità che nascondono gli alberi del giardino per entrare in contatto con la natura che tanto ha a che vedere con gli affreschi delle sale quattrocentesche. Cedri, magnolie, aceri, cachi, roveri, castagni del giardino del Castello dialogano, infatti, con cotogni, nespoli, pruni, azzeruoli, peschi, fichi e peri dipinti nella Sala Baronale. Nelle dimore del tardo Medioevo, era consueta la raffigurazione di un «verziere», cioè un giardino alberato, che sfondava illusivamente le pareti, dando l’impressione di trovarsi in uno spazio aperto. Eccezionalmente, in questo percorso, sarà possibile visitare una parte di Castello raramente aperta al pubblico, cioè il giardino sulle mura del Castello. Per vivere in pieno relax il giardino, sono prenotabili le borse picnic. Aperitivi da gustare in loco, a richiesta, tutti i giorni di apertura.

All'aria aperta: storie nel bosco e curiosità
Una passeggiata a partire dal giardino del Castello: lungo la via della boschina, l'antica strada che conduceva verso la montagna attraversando il versante collinare, il bosco del Castello regala le sue storie ed i suoi racconti tra curiosità e tradizioni. Al termine della passeggiata, per i bambini dai sei anni in su: FAIr Play FAmily, un divertente percorso gioco da fare con la famiglia. Tante attività per scoprire indizi, seguire tracce e risolvere quesiti. Per chi si iscrive al FAI: letture in giardino. Per vivere in pieno relax il giardino del Castello, sono prenotabili le borse pic nic. Aperitivi da gustare in loco, a richiesta, in entrambe le giornate.

5 e 6 giugno all'ORTO SUL COLLE DELL’INFINITO – Recanati (Macerata)

5 giugno: Conversazione sulla storia degli orti urbani
Un incontro di approfondimento con il Prof. Panzini, uno dei principali esperti della Storia del Paesaggio e del Giardino in Italia, attualmente referente regionale per Le Marche dell’Associazione Parchi e Giardini d’Italia. Durante l'incontro si ripercorrerà la vicenda storica degli orti urbani (di cui l'Orto di Recanati ne è un esempio), dalle origini alle trasformazioni dell’epoca moderna, quando gli orti urbani sono divenuti simbolo di nuovi stili di vita: espressione della ricerca di contatto con la natura e dei suoi benefici terapeutici, di cibo sano e saporito e produzione locale e solidale, di relazioni più umane e inclusive.

6 giugno: Il giardiniere racconta... il Sambuco tra storia, usi e proprietà terapeutiche
Per l'occasione sarà possibile partecipare ad una piacevole passeggiata con il giardiniere che accompagnerà i visitatori alla scoperta delle bellezze dell'Orto. Un racconto intessuto di storia, curiosità e segreti di coltivazione applicati, come quello biologico e sinergico, necessari alla cura quotidiana di questo antico suggestivo orto giardino. In questo antico luogo, oggi laboratorio di biodiversità, il giardiniere dedicherà un approfondimento tematico ad una delle specie più antiche e diffuse del nostro paese, il sambuco, raccontandone la storia, gli utilizzi e le proprietà terapeutiche.

5 e 6 giugno a PALAZZO E GIARDINI MORONI – Bergamo


Visite guidate speciali ai Giardini
Palazzo Moroni offre l'opportunità di scoprire la storia del palazzo e del suo maestoso Giardino - il più grande di Bergamo Alta - fra i terrazzamenti formali di impianto seicentesco e la vasta ortaglia, annessa nel corso dell’Ottocento, che costituisce ancora oggi un angolo di campagna intatta, in uno dei centri storici più belli d’Italia. Una speciale occasione, tra storia e botanica, per scoprire l’ultimo arrivato tra i Beni del FAI e l’importante progetto di restauro avviato.

6 giugno: Dalla Parte delle Piante
Visitare un giardino significa fare un viaggio attraverso la bellezza della natura, tra fiori, profumi e geometrie inedite. Ma cosa potrebbe raccontare una pianta, se solo potesse parlare? Una passeggiata ai Giardini di Palazzo Moroni per scoprire un inedito punto di vista, quello delle piante. In collaborazione con l'Orto Botanico di Bergamo e a cura della naturalista Larisa Monteggia.

6 giugno: Esploratori in Giardino
Un giardino è un territorio inesplorato: quali strane piante possono incontrare dei giovani esploratori? Un viaggio per piccoli botanici alla scoperta delle piante, da osservare, capire e anche collezionare in uno speciale erbario personale. In collaborazione con l'Orto Botanico di Bergamo e a cura della naturalista Larisa Monteggia.

5 e 6 giugno a VILLA E COLLEZIONE PANZA – Varese

5 giugno: Visita guidata sul patrimonio arboreo di Villa Panza a cura di Carlo Chinetti, giardiniere di Villa e Collezione Panza, sull'evoluzione nella gestione degli alberi nei parchi storici: dal rigore formale alla valorizzazione dei servizi ecosistemici. Attraverso il racconto di alcune specie arboree che compongono il parco secolare della villa come il Cerro, la Magnolia Grandiflora, ma anche la grande galleria dei carpini, sarà possibile comprendere lo sviluppo delle piante nelle sue diverse fasi temporali, il loro valore culturale e simbolico, ambientale ed ecologico.

6 giugno: Visita guidata al Parco di Villa Panza a cura di Emanuela Borio, paesaggista e responsabile giardini storici del FAI, Socio AIAPP, sulle trasformazioni storiche che hanno disegnato il parco nel tempo all'attuale assetto. Un'occasione per mettere in luce i più recenti interventi di valorizzazione - il border delle farfalle e il laghetto romantico - e per raccontare come il cambiamento climatico in corso determini le scelte nella riqualificazione e manutenzione di un giardino, piccolo o grande che sia.

6 giugno: Visita guidata al Parco di Villa Panza a cura di Giusi Rabotti, Agronomo e paesaggista, Socio AIAPP. Passeggiare nel giardino di Villa Panza sarà un'occasione per percorrere la storia dell'architettura del Paesaggio che, partendo dal racconto del giardino italiano e scoprendo i successivi interventi, rivelerà le sovrapposizioni stilistiche, architettoniche, botaniche e paesaggistiche che si sono susseguite nelle diverse epoche.

5 e 6 giugno a VILLA NECCHI CAMPIGLIO – Milano



Il giardiniere racconta
Villa Necchi offre l'opportunità di partecipare a una speciale visita al giardino condotta da una guida d'eccezione, Luca dell'Acqua, giardiniere della villa. Perché c'è un orto in centro a Milano? Perché con il legno del tasso si costruivano arco e frecce? Quante specie di Camelia esistono? Tra nozioni botaniche e curiosità storiche, i visitatori avranno inoltre la possibilità di conoscere i segreti e comprendere le cura che rende questo luogo un piccolo gioiello nel centro di Milano.

5 e 6 giugno a VILLA DEI VESCOVI – Luvigliano, fraz. di Torreglia (Padova)


Appuntamento in giardino
Villa dei Vescovi offre l'opportunità di partecipare a speciali visite guidate alla villa, per scoprire l'intenso rapporto tra architettura e paesaggio che la contraddistingue, e al parco agricolo, lo storico "brogilus" che abbraccia il Bene. Un approfondimento speciale sarà dedicato alla storia del brolo, testimonianza dell'anima agricola e rurale di Villa dei Vescovi e tutt'ora parte integrante dell'esperienza di visita. Per i più piccoli saranno proposte attività nel verde, per imparare a riconoscere la flora e la fauna dei Colli Euganei, e le piante che arricchiscono il parco della villa. La caffetteria Bistrot proporrà dei picnic a tema "botanico" a base di prodotti locali della tradizione euganea.

5 e 6 giugno al GIARDINO DELLA KOLYMBETHRA – Valle dei Templi, Agrigento

Appuntamento in giardino
Per l'occasione al Giardino della Kolymbethra è previsto un aperitivo con DJ set, interessanti incontri di approfondimento e presentazioni di libri immersi nella bellezza del paesaggio tra gli antichi alberi di agrumi e i secolari ulivi.


5 giugno

Ore 17.00 Aperitivo in Giardino con la Musica di D.J. Biting

Ore 20.00 Presentazione della Terza Edizione del “Radicepura Garden Festival” A cura della Fondazione Radicepura di Giarre

Ore 20.15 Andrea Bartoli presenta la Human Forest della Farm Cultural Park di Favara

Ore 20.30 Presentazione del libro “Andare per Orti botanici” Incontro con l’autore Manlio Speciale e con il Prof. Paolo Inglese, Direttore dei Musei dell’Università di Palermo Tra fotografie e video racconti uno straordinario viaggio tra gli Orti botanici d’Italia, la loro storia e le loro preziosità botaniche.

Ore 21.30 Chiusura manifestazione

6 giugno

Ore 17.30 Aperitivo in Giardino con la Musica di D.J. Biting

Ore 21.30 Chiusura manifestazione

Appuntamento in giardino

Sabato 5 e domenica 6 giugno vieni a goderti la bellezza dei nostri parchio e giardini

News correlate

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te