Iscriviti al FAI
Da progetto a realtà: una nuova opportunità  per salvare il fiume Oreto

Da progetto a realtà: una nuova opportunità per salvare il fiume Oreto

Condividi
Da progetto a realtà: una nuova opportunità per salvare il fiume Oreto
Campagne

25 ottobre 2019

Un grande passo verso un importante finanziamento europeo per il secondo classificato dei Luoghi del Cuore.

Il fiume Oreto nasce da numerose sorgenti nella Conca d’oro. Lungo il suo percorso, in particolare nei tratti in cui attraversa i centri abitati, è stato sottoposto a un’urbanizzazione scriteriata che non ha tenuto conto dell’entità fiume e del suo alveo fino al punto da essere ridotto per lunghi tratti a discarica sia di acque reflue che di materiali di scarto e rifiuti di ogni genere.

Cittadini, associazioni e istituzioni si sono mossi più volte a favore della sua rivalutazione tanto che il fiume è diventato un "Luogo del Cuore" degli italiani: nell’ultima edizione del Censimento ha ottenuto 83.138 voti qualificandosi al secondo posto della classifica nazionale, e primo della classifica dei "Luoghi d’Acqua".

A tal riguardo il FAI, che con la sua rete territoriale - rappresentata dalla Delegazione di Palermo con il Gruppo Giovani – si era già mobilitato durante il Censimento per raccogliere voti a favore del fiume Oreto in sinergia con il Comitato Salviamo l’Oreto, si sta ora impegnando per incentivare il virtuoso processo di cooperazione fra cittadinanza e istituzioni, per ideare un masterplan d’intervento complessivo e definire un piano di azioni regolate da un Contratto di fiume.

Sono infatti in corso i lavori di un tavolo tecnico promosso dal Comune di Palermo e composto dall’Assessorato al Territorio e all’Ambiente della Regione Sicilia, dall’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico della Sicilia, dai Comuni di Altofonte e Monreale attraverso cui scorre il fiume, dal FAI, dal Comitato Salviamo l’Oreto e dalle Associazioni ambientaliste e dai gruppi civici attivi sul territorio, con incontri periodici di raffronto.

L’impegno delle parti in campo sta già dando i primi frutti perché il progetto per bonificare una parte di fiume e renderla fruibile alla città di Palermo è stato candidato a un bando di finanziamento dell’assessorato Territorio e Ambiente della Regione Sicilia. Siamo lieti di annunciare che l’unione Europea l’ha dichiarato ammissibile: è un nuovo, importante passo verso l’auspicato arrivo di un finanziamento di 6,8 milioni di euro.

La forza del censimento dei Luoghi del Cuore è proprio questa: unire cittadini, istituzioni e luoghi per portare risultati concreti in un territorio troppo spesso ferito, ma che trova sempre un coro di voci disposto a impegnarsi per levarsi in sua difesa, per chiedere che venga conosciuto, protetto, recuperato, valorizzato.

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te