Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA | ph. FAI | © © Alessiomassari

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

CARUNCHIO, CHIETI

11,571°

POSTO

6

VOTI 2020
Condividi
CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA
La Chiesa, collocata in posizione dominante sul paese, ha origini anteriori al XV secolo, come si evince da resti di strutture strettamente legate al castello, di cui rimangono pochi ruderi, e alle fortificazioni del borgo. La torre campanaria ad esempio aveva la funzione di torre di vedetta. I rimaneggiamenti di epoca settecentesca hanno per lo più obliterato le tracce della fase più antica, sebbene la facciata conservi ancora delle monofore ad arco trilobato e paramenti murari con conci squadrati in pietra calcarea, riconducibili all’impianto originario. Nella facciata spicca un bel portale barocco scolpito da maestranze molisane. L’interno, a navata unica con volta a botte, presenta fregi ed elementi classicheggianti anch’essi barocchi. Nel presbiterio, collocato su una cantoria lignea che sormonta l’altare, spicca il monumentale organo del 1775, opera di F.P. D’Onofrio, con 45 tasti, 8 pedali e 31 canne, ancora perfettamente funzionante. La presenza di tanti accessori (uccelliere, tremolo a vento chiuso, tamburo e zampogne) e la raffinatezza degli intarsi sulla tastiera, lo rendono uno dei più imponenti organi del Centro-Sud Italia.

Scheda completa al 88%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

3,700° Posto

22 Voti
Censimento 2016

6,867° Posto

9 Voti

Vota altri luoghi vicini

11,572°
6 voti

Chiesa

CHIESA DI SANTA MARIA O DEL PURGATORIO

CARUNCHIO, CHIETI

24,239°
2 voti

Area naturale

BOSCO CON QUERCIA CENTENARIA DEL SANTUARIO MATER DOMINI

FRAINE, CHIETI

3,012°
28 voti

Chiesa

CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE

PALMOLI, CHIETI

Vota altri luoghi simili

15,009 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

10,721 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

7,975 voti

Area naturale

CIRCUMARPICCOLO, STORIA DI UNA STRADA DIMENTICATA

TARANTO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

CARUNCHIO, CHIETI

Condividi
CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA
La Chiesa, collocata in posizione dominante sul paese, ha origini anteriori al XV secolo, come si evince da resti di strutture strettamente legate al castello, di cui rimangono pochi ruderi, e alle fortificazioni del borgo. La torre campanaria ad esempio aveva la funzione di torre di vedetta. I rimaneggiamenti di epoca settecentesca hanno per lo più obliterato le tracce della fase più antica, sebbene la facciata conservi ancora delle monofore ad arco trilobato e paramenti murari con conci squadrati in pietra calcarea, riconducibili all’impianto originario. Nella facciata spicca un bel portale barocco scolpito da maestranze molisane. L’interno, a navata unica con volta a botte, presenta fregi ed elementi classicheggianti anch’essi barocchi. Nel presbiterio, collocato su una cantoria lignea che sormonta l’altare, spicca il monumentale organo del 1775, opera di F.P. D’Onofrio, con 45 tasti, 8 pedali e 31 canne, ancora perfettamente funzionante. La presenza di tanti accessori (uccelliere, tremolo a vento chiuso, tamburo e zampogne) e la raffinatezza degli intarsi sulla tastiera, lo rendono uno dei più imponenti organi del Centro-Sud Italia.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2016
I Luoghi del Cuore
2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te