Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
filadelfo

SANTUARIO DEI SS. MARTIRI ALFIO, FILADELFO E CIRINO

LENTINI, SIRACUSA

156°

POSTO

671

VOTI 2020
SANTUARIO DEI SS. MARTIRI ALFIO, FILADELFO E CIRINO
Il santuario diocesano dei santi martiri Alfio, Filadelfo e Cirino in Lentini, più comunemente noto come “Chiesa della Fontana”, è tra i luoghi sacri più cari dell’intera comunità religiosa legata al culto e alla devozione verso i tre santi fratelli, patroni della città di Lentini e di molte altre città della Sicilia. Proprio il carattere condiviso del culto, rende questo luogo meta di pellegrinaggi da parte di devoti dei tre santi, provenienti da tutte le parti del mondo. Lentini, infatti, è la città in cui i tre santi fratelli pugliesi subirono il processo, il martirio e in cui furono sepolti i loro corpi. La chiesa, per l’appunto, già dedicata a San Mercurio, si erge sul luogo in cui in cui i santi Alfio, Filadelfo e Cirino subirono il martirio il 10 Maggio del 253 d.C. e, insieme alla “Grotta dei Martiri” (in cui i tre santi furono imprigionati) e alla Chiesa Madre Ex-Cattedrale (eretta sulle tombe dei 3 santi fratelli), è una meta imprescindibile di questo tour religioso. In una rappresentazione cartografica manoscritta della città di Lentini del 1584, conservata presso la Biblioteca Angelica di Roma, redatta su incarico del vescovo agostiniano Angelo Rocca, tra i vari edifici religiosi elencati in legenda si distingue “la fontana di li Sancti Martyri”, a testimonianza che la chiesa nel ‘500 era già esistente. Dopo il disastroso terremoto del 1693, la chiesa fu riedificata nello stesso luogo, tra la via Paradiso e la via Fontana e fu completata e riaperta al culto nel 1711. L’edificio oggi si presenta a navata unica quadrangolare senza transetto, ha una copertura a botte e un catino absidale nel quale è inglobato un pozzo; la facciata è a capanna e ad essa vi si accosta la loggia campanaria, eretta sopra i locali dell’attuale sagrestia. La precedente chiesa era stata edificata all’inizio del XVI secolo nel luogo in cui, secondo le indicazioni date in sogno dai tre fratelli alla devota Maria Seja, fu ritrovata la fonte scaturita a seguito del martirio di Alfio. Sull’arco che separa la navata dal presbiterio, infatti, si trova un cartiglio che recita “Non Lympha hic Fons sanctorum sed Sanguine Turget” specificando che quel luogo, in origine, fu fonte non di acqua, ma di sangue. Il Santuario custodisce al suo interno pregevoli opere d’arte, tra cui le preziose sculture cinquecentesche a grandezza naturale dei tre Santi Martiri seduti in trono.

Gallery

filadelfo, SANTUARIO DEI SS. MARTIRI ALFIO, FILADELFO E CIRINO, LENTINI (SR )

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!

Vota altri luoghi vicini

2,110°
41 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO BENEVENTANO

LENTINI, SIRACUSA

649°
168 voti

Chiesa

CHIESA RUPESTRE DEL CROCIFISSO

LENTINI, SIRACUSA

2,096°
41 voti

Area archeologica

MONTE S. BASILIO

LENTINI, SIRACUSA

Vota altri luoghi simili

14,749 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

10,658 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

7,824 voti

Area naturale

CIRCUMARPICCOLO, STORIA DI UNA STRADA DIMENTICATA

TARANTO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

SANTUARIO DEI SS. MARTIRI ALFIO, FILADELFO E CIRINO

LENTINI, SIRACUSA

SANTUARIO DEI SS. MARTIRI ALFIO, FILADELFO E CIRINO
Il santuario diocesano dei santi martiri Alfio, Filadelfo e Cirino in Lentini, più comunemente noto come “Chiesa della Fontana”, è tra i luoghi sacri più cari dell’intera comunità religiosa legata al culto e alla devozione verso i tre santi fratelli, patroni della città di Lentini e di molte altre città della Sicilia. Proprio il carattere condiviso del culto, rende questo luogo meta di pellegrinaggi da parte di devoti dei tre santi, provenienti da tutte le parti del mondo. Lentini, infatti, è la città in cui i tre santi fratelli pugliesi subirono il processo, il martirio e in cui furono sepolti i loro corpi. La chiesa, per l’appunto, già dedicata a San Mercurio, si erge sul luogo in cui in cui i santi Alfio, Filadelfo e Cirino subirono il martirio il 10 Maggio del 253 d.C. e, insieme alla “Grotta dei Martiri” (in cui i tre santi furono imprigionati) e alla Chiesa Madre Ex-Cattedrale (eretta sulle tombe dei 3 santi fratelli), è una meta imprescindibile di questo tour religioso. In una rappresentazione cartografica manoscritta della città di Lentini del 1584, conservata presso la Biblioteca Angelica di Roma, redatta su incarico del vescovo agostiniano Angelo Rocca, tra i vari edifici religiosi elencati in legenda si distingue “la fontana di li Sancti Martyri”, a testimonianza che la chiesa nel ‘500 era già esistente. Dopo il disastroso terremoto del 1693, la chiesa fu riedificata nello stesso luogo, tra la via Paradiso e la via Fontana e fu completata e riaperta al culto nel 1711. L’edificio oggi si presenta a navata unica quadrangolare senza transetto, ha una copertura a botte e un catino absidale nel quale è inglobato un pozzo; la facciata è a capanna e ad essa vi si accosta la loggia campanaria, eretta sopra i locali dell’attuale sagrestia. La precedente chiesa era stata edificata all’inizio del XVI secolo nel luogo in cui, secondo le indicazioni date in sogno dai tre fratelli alla devota Maria Seja, fu ritrovata la fonte scaturita a seguito del martirio di Alfio. Sull’arco che separa la navata dal presbiterio, infatti, si trova un cartiglio che recita “Non Lympha hic Fons sanctorum sed Sanguine Turget” specificando che quel luogo, in origine, fu fonte non di acqua, ma di sangue. Il Santuario custodisce al suo interno pregevoli opere d’arte, tra cui le preziose sculture cinquecentesche a grandezza naturale dei tre Santi Martiri seduti in trono.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te