Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
ANTICA VIA DI PERCANESTRO

ANTICA VIA DI PERCANESTRO

FOLIGNO, PERUGIA

657°

POSTO

210

VOTI 2020
ANTICA VIA DI PERCANESTRO
ANTICA VIA DI PERCANESTRO. Ambiente, storia ed arte degli Appennini Plestini. Tra Umbria e Marche, nella catena centrale dell’Appennino, si aprono suggestivi altopiani, comunicanti tra di loro, che gli storici chiamano Appennini Plestini. Questo appellativo è dovuto a Plestia, centro economico e religioso, attivo già dall’età del ferro fino all’anno Mille. Oggi questa terra, caratterizzata da piccoli insediamenti umani posti ai margini di vallate più o meno ampie è comunemente chiamata “la montagna”, senza ulteriori appellativi; si presenta spartita amministrativamente tra più comuni di due diverse regioni l’Umbria e le Marche, questa spartizione però contrasta con la comune matrice culturale degli abitanti dell’altopiano. La viabilità antica e ancora attuale che attraversa questo territorio è quella che scende verso Visso e la Valnerina Umbra e quella che da Cesi nei Piani Plestini si dirige verso Spoleto attraverso la via della Spina, entrambe utilizzate da pastori transumanti e da pellegrini diretti o provenienti da Loreto; la via della Spina è anche nota per il passaggio di Annibale che sui Piani di Popola sconfisse la cavalleria di Centenio. Santuari e segni della devozione locale, insediamenti preistorici, archeologie e paesaggi della pastorizia: è quanto contiene, non sempre in maniera manifesta, questo itinerario, che si snoda nei due versanti, umbro marchigiano del fosso di Percanestro tra castelli e fortificazioni medioevali, antiche tracce degli umbri plestini, attraversa boschi secolari dove è ancora possibile incontrare il lupo, e, alzando lo sguardo incrociare il volo dell’aquila, santuari terapeutici e chiese i cui affreschi interni dimostrano lo stretto legame tra l’uomo e la natura incontaminata che lo circondava e lo circonda tuttora.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

657° Posto

210 Voti

Scopri altri luoghi vicini

858°
9 voti

Area naturale

ALTOPIANO DI COLFIORITO

FOLIGNO, PERUGIA

765°
102 voti

Fiume, torrente, lago

FIUME MENOTRE E SORGENTI DI RASIGLIA

RASIGLIA, PERUGIA

462°
476 voti

Borgo

RASIGLIA: SITO ARCHEOLOGICO INDUSTRIALE DEL TESSILE

RASIGLIA, PERUGIA

859°
8 voti

Fontana

FONTANA DEI TRINCI VERCHIANO

FOLIGNO, PERUGIA

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

ANTICA VIA DI PERCANESTRO

FOLIGNO, PERUGIA

ANTICA VIA DI PERCANESTRO
ANTICA VIA DI PERCANESTRO. Ambiente, storia ed arte degli Appennini Plestini. Tra Umbria e Marche, nella catena centrale dell’Appennino, si aprono suggestivi altopiani, comunicanti tra di loro, che gli storici chiamano Appennini Plestini. Questo appellativo è dovuto a Plestia, centro economico e religioso, attivo già dall’età del ferro fino all’anno Mille. Oggi questa terra, caratterizzata da piccoli insediamenti umani posti ai margini di vallate più o meno ampie è comunemente chiamata “la montagna”, senza ulteriori appellativi; si presenta spartita amministrativamente tra più comuni di due diverse regioni l’Umbria e le Marche, questa spartizione però contrasta con la comune matrice culturale degli abitanti dell’altopiano. La viabilità antica e ancora attuale che attraversa questo territorio è quella che scende verso Visso e la Valnerina Umbra e quella che da Cesi nei Piani Plestini si dirige verso Spoleto attraverso la via della Spina, entrambe utilizzate da pastori transumanti e da pellegrini diretti o provenienti da Loreto; la via della Spina è anche nota per il passaggio di Annibale che sui Piani di Popola sconfisse la cavalleria di Centenio. Santuari e segni della devozione locale, insediamenti preistorici, archeologie e paesaggi della pastorizia: è quanto contiene, non sempre in maniera manifesta, questo itinerario, che si snoda nei due versanti, umbro marchigiano del fosso di Percanestro tra castelli e fortificazioni medioevali, antiche tracce degli umbri plestini, attraversa boschi secolari dove è ancora possibile incontrare il lupo, e, alzando lo sguardo incrociare il volo dell’aquila, santuari terapeutici e chiese i cui affreschi interni dimostrano lo stretto legame tra l’uomo e la natura incontaminata che lo circondava e lo circonda tuttora.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te