Iscriviti al FAI
Il tuo 5x1000 al FAI
Il tuo 5x1000 al FAI
CODICE FISCALE: 80 10 20 30 154

Con il 5x1000 al FAI salvi l'arte e la natura italiane.

Prenditi cura in modo concreto della bellezza del nostro Paese. Basta una firma!

Accedi
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
SAN MISERINO

SAN MISERINO

SAN DONACI, BRINDISI

3,868°

POSTO

4

VOTI 2018
SAN MISERINO
L’antico tempietto di San Miserino si trova immerso nella campagna brindisina, a nella località Monticelli fuori dall’abitato di San Donaci ed è ritenuto uno dei luoghi del culto paoleocristiano più antichi di tutto il Salento. La costruzione, ascrivibile intorno al IV secolo, ha un aspetto peculiare a pianta ottagonale, coperta da una cupola che poggia su pilastri con capitelli decorati da foglie d’acanto datati al VI secolo. Nei quattro vani angolari si aprono delle nicchie e all’esterno dovevano esserci due avancorpi, uno dei quali è ancora visibile. Il pavimento era mosaicato e la cupola e le absidi presentano ancora tracce di colore, che fanno suppore che il luogo fosse tutto affrescato. Questo tipo di struttura, ad opus caementicium (tecnica edilizia caratterizzata dall’uso di malta e pietre) era presumibilmente un ninfeo o un ambiente termale, poi dedicato al culto cristiano in epoca tardoantica, come testimoniano i resti di affreschi medievali. Dopo un lungo abbandono che ne ha gravemente compromesso la struttura e le decorazioni, nel 1995 il tempietto è stato dichiarato d’interesse culturale da parte del Ministero dei Beni Culturali, che lo ha acquisito nel 1997 con un atto di espropriazione per pubblica utilità dei beni. In tale occasione è stato iniziato un restauro, mai completato, che ha visto unicamente l’inserimento di alcuni puntelli a tutela della struttura. Da allora il tempietto è rimasto deturpato da queste strutture provvisorie che nel frattempo stanno cedendo anch’esse, mentre le decorazioni sono sempre più compromesse e gli interni sono invasi dalla vegetazione. Il tempietto di San Miserino è sempre stato un elemento importante per la comunità contadina locale, che alla sua ombra si riposava dopo le lunghe attività agricole svolte nei campi e nei vigneti circostanti; l’affezione degli abitanti si è espressa tramite l’attività di un comitato che si è impegnato nella raccolta voti durante il censimento, raccolte sul territorio e presso le filiali di Intesa Sanpaolo, tanto da essere eletto il luogo più votato presso le filiali di Intesa Sanpaolo. Il comitato chiede il recupero del tempietto e ha presentato alla regione Puglia la richiesta di creazione di un Ecomuseo Regionale di cui San Miserino dovrebbe diventare l’elemento di punta.

Gallery

Scheda completa al 80%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!

Questo è un luogo salvato

8° censimento nazionale del FAI
Anno
2016
Voti
3,770
Intervento
Valorizzazione
Stato
Approvato

IL BENE
Uno dei luoghi del culto paoleocristiano più antichi di tutto il Salento, databile al IV secolo. Dopo un lungo abbandono, nel 1995 il tempietto è stato dichiarato "bene di interesse culturale" dal MiBACT, che lo ha acquisito nel 1997. In tale occasione è stato avviato un restauro, mai completato, che ha portato all’inserimento di alcuni puntelli a tutela della struttura. Da allora non ci sono stati ulteriori interventi, i puntelli oggi mostrano segni di cedimento, gli interni sono invasi dalla vegetazione e gli affreschi sempre più compromessi. Il tempietto è raggiungibile solo percorrendo strade di campagna ed è privo di un’idonea segnaletica di indicazione.

INTERVENTO
Destinatario di un contributo di 5.000 euro in quanto bene più votato nelle filiali Intesa Sanpaolo al censimento 2016. La mobilitazione registrata al censimento e il contributo I Luoghi del Cuore hanno portato a un primo importante passo: il Comune ha deliberato un finanziamento di 30.000 euro che, insieme al contributo FAI, permetterà di realizzare un progetto di valorizzazione volto a facilitare raggiungibilità e fruizione del bene. Questo intervento vuole rappresentare un segnale forte per il territorio e uno stimolo per il reperimento dei fondi necessari al restauro complessivo del luogo.

LE PERSONE CHE HANNO RACCOLTO I VOTI
La mobilitazione è stata guidata dal laboratorio per il paesaggio dell'alto Salento "Fonte Rivalis", supportato dalla Delegazione FAI locale. Questo gruppo di appassionati cittadini è stato attivamente sostenuto dalla Filiale Intesa Sanpaolo di San Donaci che è diventata un punto di raccolta firme. Nel corso del censimento si sono unite alla campagna tutte le associazioni attive sul territorio sandonacese insieme all’Amministrazione Comunale.

CONTRIBUTO: 5.000 €

Ultime News

24 Luoghi del Cuore vi dicono "Grazie"

2017-11-21

Il FAI annuncia 24 progetti di recupero per altrettanti Luoghi del Cuore votati durante il censimento 2016...

8 Luoghi del Cuore ti dicono Grazie

2017-12-12

Scopri gli 8 Luoghi del Cuore nel Sud Italia che sono stati selezionati per un intervento...
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2016

84° Posto

3,770 Voti
Censimento 2014

5120° Posto

4 Voti
Censimento 2012

673° Posto

18 Voti
Censimento 2010

138° Posto

307 Voti
Censimento 2004

1332° Posto

1 Voti
Censimento 2003

490° Posto

3 Voti

Vota altri luoghi vicini

NC
0 voti

Area urbana, piazza

PAESE DI SAN DONACI

SAN DONACI, BRINDISI

11819°
1 voto

Area naturale

PALUDE DI SAN DONACI

SAN DONACI, BRINDISI

NC
0 voti

Chiesa

CRIPTA BASILIANA DI S. ANGELO

SAN PANCRAZIO SALENTINO, BRINDISI

Vota altri luoghi simili

2,015 voti

Area archeologica

MURA TIMOLEONTEE DI CAPOSOPRANO

GELA, CALTANISSETTA

1,687 voti

Area archeologica

ACROPOLI DI ALATRI

ALATRI, FROSINONE

34°
492 voti

Area archeologica

CALIDARIUM DI AQUAE TAURI

CIVITAVECCHIA, ROMA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici
SAN MISERINO

SAN MISERINO

SAN DONACI, BRINDISI

Condividi
SAN MISERINO
L’antico tempietto di San Miserino si trova immerso nella campagna brindisina, a nella località Monticelli fuori dall’abitato di San Donaci ed è ritenuto uno dei luoghi del culto paoleocristiano più antichi di tutto il Salento. La costruzione, ascrivibile intorno al IV secolo, ha un aspetto peculiare a pianta ottagonale, coperta da una cupola che poggia su pilastri con capitelli decorati da foglie d’acanto datati al VI secolo. Nei quattro vani angolari si aprono delle nicchie e all’esterno dovevano esserci due avancorpi, uno dei quali è ancora visibile. Il pavimento era mosaicato e la cupola e le absidi presentano ancora tracce di colore, che fanno suppore che il luogo fosse tutto affrescato. Questo tipo di struttura, ad opus caementicium (tecnica edilizia caratterizzata dall’uso di malta e pietre) era presumibilmente un ninfeo o un ambiente termale, poi dedicato al culto cristiano in epoca tardoantica, come testimoniano i resti di affreschi medievali. Dopo un lungo abbandono che ne ha gravemente compromesso la struttura e le decorazioni, nel 1995 il tempietto è stato dichiarato d’interesse culturale da parte del Ministero dei Beni Culturali, che lo ha acquisito nel 1997 con un atto di espropriazione per pubblica utilità dei beni. In tale occasione è stato iniziato un restauro, mai completato, che ha visto unicamente l’inserimento di alcuni puntelli a tutela della struttura. Da allora il tempietto è rimasto deturpato da queste strutture provvisorie che nel frattempo stanno cedendo anch’esse, mentre le decorazioni sono sempre più compromesse e gli interni sono invasi dalla vegetazione. Il tempietto di San Miserino è sempre stato un elemento importante per la comunità contadina locale, che alla sua ombra si riposava dopo le lunghe attività agricole svolte nei campi e nei vigneti circostanti; l’affezione degli abitanti si è espressa tramite l’attività di un comitato che si è impegnato nella raccolta voti durante il censimento, raccolte sul territorio e presso le filiali di Intesa Sanpaolo, tanto da essere eletto il luogo più votato presso le filiali di Intesa Sanpaolo. Il comitato chiede il recupero del tempietto e ha presentato alla regione Puglia la richiesta di creazione di un Ecomuseo Regionale di cui San Miserino dovrebbe diventare l’elemento di punta.

Gallery

, SAN MISERINO, SAN DONACI, BRINDISI
, SAN MISERINO, SAN DONACI, BRINDISI
, SAN MISERINO, SAN DONACI, BRINDISI
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2016
I Luoghi del Cuore
2003, 2004, 2010, 2012, 2014, 2016

News

8 Luoghi del Cuore ti dicono Grazie

2017-12-12

Scopri gli 8 Luoghi del Cuore nel Sud Italia che sono stati selezionati per un intervento...

Attualità

24 Luoghi del Cuore vi dicono "Grazie"

2017-11-21

Il FAI annuncia 24 progetti di recupero per altrettanti Luoghi del Cuore votati durante il censimento 2016...
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te